LabRIEF

Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare

P.I.P.P.I....e poi?

Dal 2010 a oggi il programma P.I.P.P.I. nelle sue otto implementazioni ha coinvolto quasi 300 Ambiti Territoriali del nostro Paese e più di 3.500 famiglie. Ogni anno, grazie al lavoro di centinaia di operatori, professionisti, famiglie, volontari e amministratori locali, P.I.P.P.I. genera nuove modalità di intervento con e per le famiglie in situazione di vulnerabilità, garantendo a bambini e genitori dei percorsi di accompagnamento che ne valorizzino le risorse. La sperimentazione ha quindi fornito l’opportunità, per molti territori, di misurarsi con nuovi strumenti e approcci, di modificare i dispositivi d’intervento, di introdurre dei cambiamenti alla struttura organizzativa dei servizi, o di integrare le differenti professionalità che concorrono al benessere delle famiglie.

Da dicembre 2017 l’esperienza maturata in P.I.P.P.I. è confluita, grazie al contributo di Università di Padova, Regioni, Ambiti Territoriali e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nelle Linee di indirizzo nazionali “L’intervento con bambini e famiglie in situazione di vulnerabilità. Promozione della genitorialità positiva”. Questo documento ambisce a essere lo sfondo comune per tutti i territori e i servizi che, a vario titolo, lavorano nei percorsi di accompagnamento con bambini e genitori, e pone le sue basi proprio su quanto già sperimentato con il programma P.I.P.P.I..

Qui puoi guardare il video di presentazione delle Linee d'Indirizzo realizzato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e da LabRIEF-Università di Padova.

Qui sotto puoi scaricare la versione digitale delle Linee d'Indirizzo.

Download
Linee d'Indirizzo nazionali
Lineeindirizzovulnerabilità.pdf
Documento Adobe Acrobat 9.6 MB