LabRIEF

Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare

Il Laboratorio

Il senso della nostra ricerca sta nell’aiutare i genitori ad educare i bambini. La famiglia è il luogo della riproduzione sociale, dove i bambini a cui non sono garantite pari opportunità restano vincolati al destino legato alla condizione di nascita, soprattutto in un Paese come l’Italia di oggi in cui, come dimostrano molteplici ricerche, la mobilità sociale è ancora minima e il destino di molti bambini ancora troppo legato alla fatalità.

Oggi però sappiamo che la famiglia può anche essere il luogo della tras-formazione sociale, luogo di liberazione dei vincoli che permette alla persona di diventare umana. La persona, infatti, per definizione, non solo è, ma soprattutto diventa. In questo diventare c’è la possibilità dell’educazione. Mobilitare il capitale educativo dei genitori è quindi, come dice J.P. Pourtois, un’azione fondamentale di ogni società democratica in quanto è l’azione che permette ai genitori di riappropriarsi della funzione educativa e di apprendere a sostenere la crescita dei loro figli. Anche il Comitato dei Ministri del Consiglio dall’Europa si è pronunciato in merito con diverse recenti Raccomandazioni che invitano a promuovere le condizioni affinché i bambini possano crescere in un contesto familiare costruito all’insegna del “miglior interesse del bambino”, caratterizzato dall’esercizio di una “genitorialità positiva”. 

Per questo è indispensabile formare i genitori, ma soprattutto operatori sociali, socio-sanitari e insegnanti a collaborare con i genitori nell’educazione dei loro figli, senza insegnare nulla a nessuno, secondo un modello debole di sostegno che paradossalmente non modellizzi, ma accompagni ogni genitore a trovare la propria misura: come diceva Froebel, “ognuno è modello a se stesso”, e la nostra maestra, Diega Orlando Cian, non si stancava di ripeterlo.